Come dimensionare la velocità della confezionatrice rispetto alla linea di produzione

Come dimensionare la velocità della confezionatrice rispetto alla linea di produzione

La confezionatrice deve prima di tutto avere una velocità almeno uguale alla produzione nominale della linea (produzione a regime). E' necessario poi distinguere se il prodotto da confezionare arriva alla confezionatrice in singola fila (es.astucci, buste) oppure incanalato multifile (es.bottiglie o vasetti rettangolari) o alla rinfusa su trasportatori a flusso (es.bottigle o vasetti rotondi, lattine).

Nel caso il prodotto da confezionare arrivi alla confezionatrice in singola fila (es.astucci, buste) il nastro trasportatore che collega la confezionatrice alla linea di produzione a monte non consente accumulo per cui in caso di fermata della confezionatrice si avrà l'immediata fermata anche della macchina a monte (es.etichettatrice o riempitrice) comandata da un collegamento di consenso tra i quadri elettrici delle due macchine. Alla ripartenza della confezionatrice il collegamento di consenso farà ripartire anche la macchina a monte. In questo caso la condizione di fermata e ripartenza non influisce sulla velocità richiesta alla confezionatrice per cui è sufficiente che la velocità della confezionatrice sia almeno uguale alla produzione nominale della linea (produzione a regime).

Nel caso il prodotto da confezionare arrivi alla confezionatrice incanalato multifile (es.bottiglie o vasetti rettangolari) o alla rinfusa su trasportatori a flusso (es.bottigle o vasetti rotondi, lattine) il nastro trasportatore che collega la confezionatrice alla linea di produzione a monte consente accumulo per cui in caso di fermata della confezionatrice la macchina a monte (es.etichettatrice o riempitrice) continuerà ancora a produrre fino a che un sensore posto sui nastri segnalerà il raggiungimento del massimo accumulo consentito dalla lunghezza dei nastri e solo allora comanderà la fermata della macchina a monte (es.etichettatrice o riempitrice). Se la confezionatrice ripartira prima del raggiungimento del massimo accumulo consentito dalla lunghezza dei nastri si eviterà del tutto la fermata della macchina a monte e quindi non vi sarà perdita di produzione.

In ogni caso alla ripartenza della confezionatrice i nastri che la alimentano saranno pieni di prodotto accumulato. Affinchè in caso di successiva fermata tali nastri possano nuovamente svolgere la funzione di accumulare prodotto prima di fermare la macchina a monte è necessario che vengano prima svuotati e quindi che la confezionatrice abbia una velocità superiore a quella nominale della linea (produzione a regime). Generalmente si considera sufficiente una sovra velocità pari al 20% oltre quella nominale della linea (produzione a regime).

Condividi su

Copyright © 2020, Zambelli Packaging